Globale Fabbricati

Scritto da Super User on . Postato in Polizze

Tale polizza garantisce trasparenza e chiarezza. Assicura inoltre condizioni da standard europeo. Premio fisso, variazioni decise dal contraente, gestione snella attuata anche via email, competenza e puntualità sono le caratteristiche del servizio offerto. Tale polizza garantisce in caso di:

  • incendio
  • responsabilità civile terzi
  • danni d'acqua
  • eventi sociopolitici
  • eventi atmosferici
  • sovraccarico neve
  • danni elettrici
  • danni da interruzione e sospensione attività
  • responsabilità civile prestatori di lavoro
  • spese di ricerca e riparazione
  • gelo
  • rigurgiti fognature
  • occlusioni condutture
  • danni a cose in locali interrati o seminterrati
  • responsabilità da conduzione appartamenti

Nota informativa al contraente

(Contratti di Assicurazione obbligatoria R.C. auto e altri Contratti Assicurativi)

Importante! Leggere attentamente la presente nota informativa prima di sottoscrivere il contratto.

La presente nota é stata predisposta ai sensi dell'art. 123 del Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 175 ed in conformità con quanto disposto dalla circolare ISVAP n. 303 del 2 giugno 1997.

Informazioni relative all'impresa

Il contratto è concluso con La sede legale della Società sita in Italia - Via Aurelia n.294 - 00165 Roma.
La Società è stata autorizzata all'esercizio dell'attività assicurativa con D.M. del 4 agosto 1984 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 220 del Agosto 1984.

Informazioni generali sul contratto

Legge applicabile ai sensi dell'art, 122 del D.LGS. n. 175/95, le parti potranno convenire di assoggettare il contratto ad una legislazione diversa da quella italiana, salvo i limiti derivanti dell'applicazione di norme imperative nazionali e salva la prevalenza delle disposizioni specifiche relative alle assicurazioni obbligatorie previste dall'ordinamento italiano. La nostra Società propone di applicare al contratto che verrà stipulato la legge italiana.

Reclami in merito di contratto

Qualora le parti avessero scelto di applicare al contratto la legislazione italiana, eventuali reclami in merito al contratto stesso potranno essere rivolti all'ISVAP - Divisione Reclami e Tutela del Consumatore - Via Del Quirinale, 21 00187 ROMA.
Nel caso in cui la legislazione scelta dalle parti sia diversa da quella italiana, gli eventuali reclami in merito al contratto dovranno essere rivolti all'autorità di vigilanza del paese la cui legisiazione é Stata prescelta, in tal caso I'lSVAP faciliterà le comunicazioni tra l'autorità competente e il contraente.
Facciamo inoltre presente che anche la nostra società ha attivato un servizio Reclami Cliente, con sede in 00165 Roma - Via Aurelia n. 294 tel. 06.39941.266 per le polizze Rami Elementari che potrà essere contattata per ogni occorrenza.

Termini di prescrizione dei diritti derivanti dal contratto

I diritti derivanti da contratto di assicurazione si prescrivono entro un anno dal giorno in cui si e verificato il fatto cui il diritto si fonda, ai sensi dell'art. 2952 Codice Civile.
Nell'assicurazione di Responsabilità Civile, il termine di un anno decorre dal giorno in cui il terzo ha richiesto il risarcimento all'assicurato e ha promosso contro questo "azione".

Nota informativa al contraente

Scritto da Super User on . Postato in Polizze

NOTA INFORMATIVA AL CONTRAENTE
(Contratti di Assicurazione obbligatoria R.C. auto e altri Contratti Assicurativi)

Importante ! Leggere attentamente la presente nota informativa prima di sottoscrivere il contratto.

La presente nota é stata predisposta ai sensi dell'art. 123 del Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 175 ed in conformità con quanto disposto dalla circolare ISVAP n. 303 del 2 giugno 1997.

Informazioni relative all'lmpresa.
Il contratto è concluso con La sede legale della Società sita in Italia - Via Aurelia n.294 - 00165 Roma.
La Società è stata autorizzata all'esercizio dell'attività assicurativa con D.M. del 4 agosto 1984 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 220 del Agosto 1984.
Informazioni generali sul contratto.
Legge applicabile ai sensi dell'art, 122 del D.LGS. n. 175/95, le parti potranno convenire di assoggettare il contratto ad una legislazione diversa da quella italiana, salvo i limiti derivanti dell'applicazione di norme imperative nazionali e salva la prevalenza delle disposizioni specifiche relative alle assicurazioni obbligatorie previste dall'ordinamento italiano. La nostra Società propone di applicare al contratto che verrà stipulato la legge italiana.
Reclami in merito di contratto.
Qualora le parti avessero scelto di applicare al contratto la legislazione italiana, eventuali reclami in merito al contratto stesso potranno essere rivolti all'ISVAP - Divisione Reclami e Tutela del Consumatore - Via Del Quirinale, 21 00187 ROMA.
Nel caso in cui la legislazione scelta dalle parti sia diversa da quella italiana, gli eventuali reclami in merito al contratto dovranno essere rivolti all'autorità di vigilanza del paese la cui legisiazione é Stata prescelta, in tal caso I'lSVAP faciliterà le comunicazioni tra l'autorità competente e il contraente.
Facciamo inoltre presente che anche la nostra società ha attivato un servizio Reclami Cliente, con sede in 00165 Roma - Via Aurelia n. 294 tel. 06.39941.266 per le polizze Rami Elementari che potrà essere contattata per ogni occorrenza.
Termini di prescrizione dei diritti derivanti dal contratto.
I diritti derivanti da contratto di assicurazione si prescrivono entro un anno dal giorno in cui si e verificato il fatto cui il diritto si fonda, ai sensi dell'art. 2952 Codice Civile.
Nell'assicurazione di Responsabilità Civile, il termine di un anno decorre dal giorno in cui il terzo ha richiesto il risarcimento all'assicurato e ha promosso contro questo "azione".

Elenco definizioni usate

Scritto da Super User on . Postato in Polizze

Nel testo che segue si intende per :

Assicurato :
il soggetto il cui interesse e protetto dall'assicurazione;
Assicurazione :
il contratto di assicurazione;
Contraente :
il soggetto che stipula l'assicurazione;
Cose :
sia gli oggetti che gli animali;
Dimora unifamiliare :
abitazione isolata ad uso esclusivo dell'Assicurato od appartamento facente parte di fabbricato destinato ad abitazioni tra loro contigue, sovrastanti o sottostanti ma non intercomunicanti, ciascuna con proprio accesso dall'esterno del fabbricato;
Esplosione :
lo sviluppo di gas o di vapori ad alta temperatura e pressione, dovuto a reazione chimica che si autopropaga con elevata velocità;
Fabbricato :
l'intera costruzione edile, compresi fissi, infissi ed opere di fondazione o interrate, nonche le dipendenze (quali centrali termiche, cantine, soffitte, box e simili) anche se in corpi separati, le recinzioni ed i cancelli. Sono altresì comprese le tinteggiature, le tappezzerie, le moquettes, i rivestimenti in genere, le statue, gli affreschi e le decorazioni non aventi valore artistico, i serramenti, le antenne centralizzate, gli impianti elettrici (esclusi impianti di allarme), telefonici, videocitofonici, idrici, igienici, di riscaldamento, di condizionamento, purche stabilmente installati, ed ogni altro impianto od installazione considerato fisso o per natura e destinazione. Sono esclusi : l'area, i parchi, i giardini, gli alberi, le attrezzature sportive per giochi, nonche tutte le parti di impianti interrati;
Fissi ed infissi :
i manufatti per la chiusura dei vani di transito, illuminazione ed areazione delle costruzioni ed in genere quanto e stabilmente ancorato alle strutture murarie, rispetto alle quali ha funzione secondaria di finimento o protezione;
Franchigia :
l'importo prestabilito che l'Assicurato tiene a suo carico per ciascun sinistro e per il quale la Società non riconosce l'indennizzo;
Franchigia di riferimento :
l'importo che moltiplicato per il numero indicato in ogni garanzia ne fa scaturire la franchigia effettiva che resta a carico dell'assicurato;
Incendio :
la combustione, con fiamma, di cose al di fuori di appropriato focolare che può autoestendersi e propagarsi;
Indennizzo :
la somma dovuta dalla Società all'Assicurato in caso di sinistro;
Massimale :
l'importo massimo complessivo risarcibile per ogni sinistro per capitale, interessi e spese, qualunque sia il numero di persone e di cose danneggiate;
Polizza :
il documento che prova l'assicurazione;
Premio :
la somma dovuta dal Contraente alla Società;
Rischio :
la probabilità che si verifichi il sinistro;
Scoperto :
la quota percentuale della somma liquidabile a termini di polizza che rimane a carico dell'Assicurato per ciascun sinistro;
Scoppio :
il repentino dirompersi di contenitori per eccesso di pressione interna;
Sinistro :
il verificarsi dell'evento dannoso per il quale e prestata l'assicurazione;
Società :
la UniOne Assicurazioni S.p.A.
Valore nuovo :
(Assicurazione a) forma di assicurazione che comporta la determinazione del danno sulla base del costo di riparazione, di sostituzione o ricostruzione a nuovo del fabbricante;

Norme che regolano il settore Incendio - Settore A

Scritto da Super User on . Postato in Polizze

Art.11 - Rischi assicurati.
La Società nei limiti ed alle condizioni che seguono si obbliga ad indennizzare i costi necessari per ricostruire il fabbricato descritto in polizza (escluso il valore dell'area) distrutto o danneggiato da:
1. incendio;
2. fulmine;
3. scoppio o esplosione non causati da ordigni esplosivi;
4. caduta di aeromobili o satelliti, loro parti o cose trasportati da essi;
5. urto di veicoli stradali non appartenenti né in uso all'Assicurato, in transito sulla pubblica via;
6. onda sonica determinata da aeromobili ed oggetti in genere in moto a velocità supersonica;
7. caduta di ascensori e montacarichi a seguito rottura di congegni;
8. fumo fuoriuscito a seguito di guasto improvviso ed accidentale negli impianti per la produzione di calore del fabbricato stesso, purché detti impianti siano collegati mediante adeguate condutture ad appositi camini.
La Società risarcisce altresì, purché conseguenti agli eventi di cui sopra:
9. i danni causati alle cose assicurate da sviluppo di fumi, gas, vapori, quando gli eventi stessi abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell'ambito di 20 metri da esse;
10. i guasti causati alle cose assicurate per ordine dell Autorità allo scopo di impedire o di arrestare l'incendio;
11. le spese necessarie per demolire, sgomberare e trasportare al più vicino scarico i residuati del sinistro, sino alla concorrenza del 10% dell'indennizzo pagabile a termini di polizza e comunque con il limite massimo di € (euro) 25.000;
12. i danni derivanti dalla perdita di pigione o mancato godimento (pari alla pigione presumibile ad essi relativa) del fabbricato assicurato, locato od abitato dall'Assicurato proprietario e rimasto danneggiato, per il periodo necessario al suo ripristino con il limite di un anno e con il massimo del 10% del valore che, rispetto a quello assicurato, compete alle singole unità immobiliari sinistrate.
La Società si obbliga a rimborsare l'Assicurato delle spese sostenute per:
13. la sostituzione o la riparazione di fissi ed infissi, anche di proprietà del singolo condomino, relativi a parti di uso comune asportati o danneggiati dai ladri fino alla concorrenza di € (euro) 1.000 per uno o più sinistri che avvengano nello stesso periodo assicurativo annuo;
14. il rimpiazzo del combustibile in caso di spargimento conseguente a rottura accidentale degli impianti al servizio del fabbricato fino alla concorrenza, per anno assicurativo, del 20% della somma assicurata per il fabbricato stesso.

Art.12 - Colpa grave.
A deroga dell'art, 1900 del Cod. Civ., sono indennizzabili anche i danni determinati da colpa grave dell'assicurato.

Art.13 - Esclusioni.
Sono esclusi i danni:
a) verificatisi in occasione di atti di guerra, di insurrezione, di tumulti popolari, di scioperi, di sommosse, di atti di terrorismo o di sabotaggio organizzato, di occupazione militare, di invasione;
b) verificatisi in occasione di esplosione o di emanazione di calore o di radiazioni provenienti da trasmutazione del nucleo dell'atomo, come pure in occasione di radiazioni provocate dall'accelerazione di particelle atomiche;
c) causati con dolo dell'Assicurato o del Contraente e, nel caso di Società, dei rappresentanti legali o dei soci a responsabilità illimitata;
d) causati da terremoti, da eruzioni vulcaniche, da inondazioni;
e) agli apparecchi od agli impianti nei quali si sia verificato uno scoppio dovuto ad usura, corrosione o difetti di materiale;
f) di fenomeno elettrico a macchine ed impianti elettrici ed elettronici, apparecchi e circuiti compresi, a qualunque causa dovuti, anche se conseguenti o fulmine od altri eventi per i quali e prestata l'assicurazione;
g) causati da ritardi nel ripristino dei locali danneggiati dovuti o cause eccezionali.

Art.14 - Somme Assicurate.
Le somme assicurate devono corrispondere al valore di ricostruzione a nuovo del fabbricato escluso il valore dell'area.

Art.l5 - Fabbricato unifamiliare.
Se l'assicurazione riguarda un singolo fabbricato adibito a dimora unifamiliare la garanzia "furto fissi ed infissi" riguarda soltanto i fissi e gli infissi posti a protezione degli accessi esterni.

Art.16 - Rinuncia alla rivalsa.
La Società rinuncia - salvo il caso di dolo - al diritto di surroga derivante dall'art. 1916 del Cod. Civ. verso: .le persone delle quali l'Assicurato deve rispondere a norma di legge; .i singoli condomini quando l'assicurazione riguarda l'intero condominio; purche l'Assicurato, a sua volta, non eserciti l'azione di regresso verso il responsabile del danno.

GARANZIE AGGIUNTIVE (valide solo se espressamente richiamate)

A) Eventi sociopolitici
La Società, a parziale deroga dell'art. 13 lett. a), si obbliga ad indennizzare i danni materiali e diretti arrecati al fabbricato assicurato da atto doloso di terzi e in occasione di tumulto popolare, sciopero, sommossa, atti di terrorismo o sabotaggio fino alla concorrenza per anno assicurativo dell'80% della somma assicurata per il fabbricato, con franchigia pari a 10 volte la franchigia di riferimento indicata nella scheda di polizza.
Restano esclusi i danni:
.verificatisi nel corso di confisca, sequestro, requisizione per ordine di qualunque autorità di diritto o di fatto, od in occasione di serrata;
.da deturpamento e/o imbrattamento;

B) Eventi atmosferici
La Società si obbliga ad indennizzare i danni materiali e diretti arrecati al fabbricato assicurato da uragano, bufera, tempesta, vento e cose da esso trascinate, tromba d'aria e grandine quando la violenza che caratterizza detti eventi sia riscontrabile su una pluralità di enti, assicurati e non fino alla concorrenza per anno assicurativo dell'80% della somma assicurata per il fabbricato, con franchigia pari a 10 volte la franchigia indicata nella scheda di polizza.
Sono esclusi i danni:
a) verificatisi all'interno dei fabbricati, a meno che avvenuti a seguito di rotture, brecce o lesioni provocate al tetto, alle pareti o ai serra menti dalla violenza degli eventi atmosferici di cui sopra;
b) causati da:
.fuoriuscita dalle usuali sponde di corsi d'acqua o specchi d'acqua naturali o artificiali.
.mareggiata o penetrazione di acqua marina;
.formazione di ruscelli, accumulo esterno di acqua, rottura o rigurgito dei sistemi di scarico;
.gelo, neve;
.cedimento o franamento del terreno;
c) subiti da:
.insegne, antenne e consimili installazioni esterne;
.tettoie, vetrate e lucernari in genere;
.lastre in cemento-amianto e manufatti di materia plastica per effetto della grandine.

C) Sovraccarico di neve
La Società si obbliga ad indennizzare i danni materiali e diretti arrecati al fabbricato assicurato da sovraccarico di neve e conseguente crollo totale o parziale del tetto o delle pareti fino alla concorrenza per anno assicurativo del 50% della somma assicurata per il fabbricato, con franchigia pari a 20 volte la franchigia indicata nella scheda di polizza.
La Società non risponde dei danni:
.ai fabbricati non conformi alle vigenti norme relative ai sovraccarichi di neve;
.causati da valanghe o slavine o gelo ancorche conseguente ad evento coperto dalla presente garanzia;
.subiti dai fabbricati in costruzione o in corso di rifacimento.

D) Danni elettrici
La Società, a parziale deroga delI'art. 13 lett. f) si obbliga ad indennizzare i danni materiali e diretti causati agli impianti elettrici ed elettronici di pertinenza del fabbricato per effetto di correnti, scariche od altri fenomeni elettrici da qualsiasi motivi causati fino alla concorrenza di € (euro) 5.000 per anno assicurativo, e con una franchigia pari a 2 volte la franchigia indicata nella scheda di polizza.
Sono esclusi i danni:
.alle lampadine elettriche, tubi catodici, alle valvole termoioniche, alle resistenze scoperte ed ai fusibili;
.causati da difetti di materiali e di costruzione o riconducibili ad inadeguata manutenzione o dovuti ad usura o manomissione;
.verificatisi in occasione di montaggi e smontaggi come pure durante le operazioni di collaudo o prova;
.ai trasformatori elettrici e generatori di corrente;
.agli impianti di erogazione di energia elettrica e telefonici di proprietà delle Aziende erogatrici.